HOME CHI SIAMO BIO-ENERGIA PRODOTTI CONTATTACI
English Italiano Български Eλληνικά

BIOCOMBUSTIBILI ED USO PELLET DI LEGNO

I pellet di legno sono un combustibile puro, neutro rispetto al biossido di carbonio e comodo, prodotto prevalentemente di segatura e scarto di legno, pressati ad alta pressione senza adesivo o altri additivi. I pellet di legno hanno la forma cilindrica e normalmente hanno il diametro di 6-8 mm e la lunghezza di 10-30 mm. In seguito a ciò i pellet di legno sono altamente standardizzati e pressati il che permette la riduzione dei costi di trasporto; essi altresì favoriscono l”automazione dell’esercizio delle centrali termiche ed elettriche indipendentemente se sono in case unifamiliari oppure sono grandi impianti energetici. Alla quota sul mercato che cresce rapidamente, i pellet di legno sono una risorsa essenziale per l’aumentante utilizzazione della biomassa in Europa ed in altre zone. Essi sono altresì un ottimo mezzo per l’utilizzazione delle risorse locali contribuendo in aspetto materiale alla tutela della natura ed al contenimento dei mutamenti climatici. L’Unione Europea si è prefissa una serie di obiettivi per aumentare la quota di fonti energetiche riciclate per la generazione di calore ed energia elettrica. La biomassa ricopre un ruolo strategico nel conseguimento di tali compiti i pellet di legno risultando in particolare una tecnologia chiave ad alcuni vantaggi specifici. I pellet di legno costano di meno e sono più compatti da trasportare rispetto ad altre forme di biomassa mentre, dall’altra parte, l’alto livello di standardizzazione offre la possibilità per emissioni di combustione estemamente basse anche in pochissime applicazioni. I pellet di legno sono altresì una forma di combustibile comodissima per i consumatori finali - essi si possono consegnare con i camion-cisterne o in sacchi e sono convenienti da utilizzare in sistemi di alimentazione automatica il che li rende facili da trattare ed economici di tempo come sono anche i sistemi che funzionano a gas o a combustibili liquidi.

Le caldaie a pellet si usano per ricoprire carichi più voluminosi – case od unità industriali, e devono essere collegate ad un apposito sistema di riscaldamento. La loro potenza nominale varia da 5 a 2.500 kW in 85-95% coefficiente di rendimento. In paragone, una casa di 80-90 m2 oppure 200-225 m3 di volume riscaldabile ha bisogno di almeno 4,5-5 kW di potenza installata per ricoprire i carichi termici richiesti.

La caldaia è completamente automatizzata, è dotata di un bruciatore pellet speciale l’impianto potendo essere completo anche di un piccolo serbatoio per il combustibile, ed è possibile altresì costruire in loco una tramoggia speciale per la conservazione di una maggiore quantità di pellet (ad esempio una riserva per tutta la stagione di riscaldamento).

È possibile che un’esistente caldaia convenzionale (a combustibile liquido, gas) sia ristrutturata tramite il cambio del bruciatore con uno per pellet e/o scheggie di combustione (chips). In tale caso i costi d’investimento sono molto più bassi dato che il necessario impianto di riscaldamento e l’infrastruttura sono gia costruiti e utilizzabili. I prezzi delle caldaie a pellet variano in funzione del tipo e la potenza ma negli attuali rapporti esistenti fra i prezzi dei vari combustibili (ad esempio il riscaldamento a pellet in altre condizioni uguali costa il 40% meno di quello a combustibile liquido e nello stesso tempo possiede tutti i vantaggi – alimentazione automatica del combustibile e pochissime ceneri/scarti della combustione) la differenza nei prezzi delle caldaie a combustibili liquidi e di quelle a pellet si sarebbe resa entro un anno.


Per ulteriori informazioni si prega di visitare www.sinhron.eu